Morbo di De Quevian

Si tratta di un processo infiammatorio a carico dei tendini estensori del pollice (comunemente noti come Estensore Breve e Abduttore Lungo di pollice). Clinicamente si ha un dolore molto intenso, localizzato lungo la faccia interna e dorsale del polso e alla radice del pollice, specialmente durante i movimenti di presa, tale da rende difficoltose le più semplici attività quotidiane. E’ interessante come la malattia sia anche nota come “malattia delle mamme e delle nonne” perchè legata alla presa in braccio ripetuta del neonato e alla posizione mantenuta durante l’allattamento; in generale qualunque attività sportiva o lavorativa ripetuta di presa e carico può determinare uno stress a carico dei tendini estensori del pollice e indurne infiammazione. Questa tendinopatia raramente si risolve da sola, a meno che non diagnosticata in tempo, e spesso giunge all’attenzione del chirurgico della mano già in una fase di cronicità. 

Nelle fasi iniziali della patologia è indicato il trattamento conservativo con tutori e la terapia occupazionale. Nei casi cronici o ribelli al trattamento conservativo, si esegue l’intervento chirurgico di liberazione dei tendini, con una piccola incisione sul versante interno del polso, eseguito in anestesia locale e regime di Day Hospital. Dopo l’intervento il paziente può utilizzare da subito la mano evitando di bagnare la medicazione che va tenuta per circa 7-10 giorni, e consigliata da subito l’esecuzione di semplici esercizi di fisioterapia per favorire la guarigione e lo scorrimento dei tendini del pollice.